La splendida libreria Luna’s Torta di Torino, ha lanciato un’iniziativa concreta e bella per sbloccare lo stallo culturale al quale siamo sottoposti dal Corona Virus: biblioteche, cinema, musei, teatri chiusi e concerti annullati. Il nulla. Cervelli azzerati e neanche in fuga perché ci dicono che non ci possiamo spostare molto. Così,oltre alle pratiche solitarie di lettura, ascolto musica, visione di film (tendenzialmente su Netflix) scrittura e chiacchierate arriva una bella idea: raccontare novelle dal Decamerone di Giovanni Boccaccio in diretta Facebook. Da oggi sulla pagina Facebook Decamerone2020 e per 10 giorni verranno pubblicate le letture “in isolamento” dalla Firenze in preda alla peste.

cop dec

Così cita l’info della pagina Facebook:” In questi giorni di “quarantena” sono successe molte cose. Alcuni settori – tra cui quello culturale – sono stati colpiti in vari modi e a vari livelli.
Se però c’è una cosa che sappiamo fare, noi che con questa roba ci mangiamo ogni giorno, è creare collettività. Per questo in oltre 100 tra operatori culturali, artisti, librai, gestori di locali, semplici fruitori, provenienti da numerose città d’Italia, abbiamo deciso di “farci vedere e sentire” leggendo integralmente, per 10 giornate, il Decamerone a partire dalle 10 di mattina del 29 febbraio.”

decamerone

Attori, scrittori e artisti hanno registrato il video con la loro personale lettura di una delle novelle.

Un modo per intrattenere chi è costretto a casa, o comunque a rinunciare a spettacoli teatrali, concerti e film al cinema, ma anche per denunciare il dramma di un settore che con l’emergenza Corona Virus rischia una crisi terribile con la richiesta che venga predisposto un fondo di emergenza per tutti coloro che in questi lunghi giorni hanno visto azzerarsi o ridursi drasticamente i propri incassi.

boccaccio800x600